Iscriviti alla nostra newsletter - Clicca qui

Vitello nel burro chiarificato e cognac di Gualtiero Marchesi

90 min

Media

per circa 4/6 persone

La premessa che segue questa poesia, io di fatto la considero tale e non una ricetta fine a se stessa, è che la bramosia nel volerla preparare l’ho alimentata giorno per giorno fino a che non ho capito che il momento fosse arrivato. Ho scoperto questa ricetta la scorsa estate, ero in partenza per la montagna e come al solito mentre sfogliavo il numero de La Cucina Italiana diretta per l’occasione da Davide Oldani sono rimasta abbastanza folgorata da questo piatto. Ok, ok direte la solita esagerata! no, no e poi no! prima cosa stiamo parlando di un piatto di Gualtiero Marchesi, quindi da rispettare come tale e come tutti i grandi piatti preparati da chi ha scritto la storia della gastronomia. Secondo, gli ingredienti sono 3 e devono essere il non plus ultra quindi la ricerca del burro, del cognac, del filettino di vitello hanno richiesto tempo per reperire il meglio. Terzo, il piatto (come tutti non dimentichiamolo mai!!!!) richiede molto amore, diciamo forse una piccola dose in più. È un piatto che va coccolato, mai abbandonato, controllato e goduto fino all’ultimo boccone. Quarto e poi mi fermo, questa ricetta vuole del tempo, quindi non approcciate ai fornelli se avete appuntamento dopo 1 ora con la vostra amica del burraco o quella della camminata veloce oppure con  quella della sagra del baiocco, neanche se lo aveste dopo 2 ore. Neanche andare a prendere i bambini a scuola potrebbe scagionarvi! prendetevi un pomeriggio libero e magari organizzate una bella cena per la vostra famiglia oppure per qualche amico caro a cui vorrete donare un piccolo gesto d’amore e procedete con la ricetta più burrosa, fondente ed elegante che potete immaginare.

N.B. munitevi di termometro da cucina con sonda, un piccolo attrezzo che vi ritroverete spesso!

Recensioni

Ingredienti:

Adjust Servings
1 kg di burro di ottima qualità
50 gr di cognac
250gr di vitello
Per guarnire
sale maldon
pepe nero
foglioline di maggiorana (facoltativa)

Passaggi

1.
Primo passaggio
Riempite per metà di acqua una pentola a fondo spesso e ponete su di essa una ciotola per il bagnomaria. Fate fondere il burro a bagnomaria (tenete sempre la fiamma media) senza mai mescolare, non appena inizierà a formarsi la schiuma bianca eliminatela con un cucchiaio (se per caso doveste mescolarla la schiuma tenderebbe ad uniformarsi al resto del burro e il burro non sarebbe perfettamente chiarificato).
Segna come passaggio completato
2.
Secondo passaggio
Spegnete quando il burro sarà completamente fuso e continuate con l’eliminazione della schiuma. Quando avrete eliminato tutta la parte bianca travasate il burro attraverso un colino a maglia molto stretta per evitare che possano passare i sedimenti su fondo della pentola, quindi travasate molto delicatamente in un contenitore. Se non volete utilizzarlo subito potete riporlo in frigorifero dove poi si solidificherà.
Segna come passaggio completato
3.
Terzo passaggio
Mettete quindi il burro fuso in una pentola e fate raggiungere la temperatura di 60 gradi, aggiungere il Cognac ed infine immergete il filetto di vitello. Fate cuocere a temperatura costante a 60 gradi per 1 ora e 10 minuti. Quando sarà trascorso questo tempo scolate la carne e fatela riposare qualche minuto su una gratella.
Segna come passaggio completato
4.
Ultimo passaggio
Affettate molto sottilmente il vitello e servitelo con sale maldon. io ho aggiunto delle foglioline di maggiorana e ho portato il burro fuso in una salsiera nel caso qualcuno volesse aggiungerne un po alla carne. Ho accompagnato il filetto a delle patate novelle al forno, ottime anche le patate Hasselback e un’insalata condita con poca mostarda. Otterrete così un filetto fondente, delicatissimo ed è qui che avrete la percezione delle materie prime di ottima qualità.
Segna come passaggio completato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.